La strada di Cormac McCarthy e il film che forse non vedremo

di dispersioni

La strada la strada poster


The Road, il film di John Hillcoat con Viggo Mortensen tratto dal racconto La strada di Cormac McCarthy, è da giorni ormai nelle sale cinematografiche di tutta Europa, ma sembra che in Italia, forse, non uscirà; le ineffabili stranezze della distribuzione cinematografica nazionale sono risapute. 

Carlos Boyero, il severo critico cinematografico del giornale spagnolo El Pais, in un articolo dello scorso 5 febbraio scrive di questo film: “Se il lavoro di Hillcoat possiede una notevole forza visuale, ambientale e sentimentale, le interpretazioni di Viggo Mortensen e del bambino Kodi Smit-McPhee, la comunicazione e la chimica che si stabilisce tra loro, sono ammirabili. Così come va oltre l’elogio l’opera d’arte che ha raggiunto la fotografia di Javier Aguirresarobe. Ti fa respirare il freddo, la cenere, il dolore deprimente e grigio di una insopportabile giungla.”

Ecco, allora, alcune delle splendide foto del film accompagnate dalle parole del disperato libro di Cormac McCarthy su quelle stesse immagini; un linguaggio poderoso, essenziale, secco, lirico, che contagia al lettore le emozioni, le paure e le sofferenze di un uomo e di un bambino, padre e figlio, vagabondi in cerca di una speranza di vita in un mondo dove è arrivata l’Apocalisse. 

la-carretera 1“Un’ora dopo erano sulla strada. Lui spingeva il carrello e avevano entrambi uno zaino in spalla. Negli zaini c’erano cose essenziali. Casomai avessero dovuto abbandonare il carrello e fuggire. Alla maniglia del carrello era attaccato un retrovisore da motocicletta cromato che l’uomo usava per tenere d’occhi la strada dietro di loro. Si sistemò lo zaino sulle spalle e scrutò la terra devastata in lontananza.” (p. 5)

la-carretera 1b“La città era quasi completamente bruciata. Nessun segno di vita. Per le strade automobili incrostate di cenere, ogni cosa coperta di cenere e polvere. In un androne un cadavere ridotto a cuoio. Con una smorfia di scherno rivolta al giorno. Si strinse ancora di più al bambino. Ricordati che le cose che ti entrano in testa poi ci restano per sempre, gli disse. Forse dovresti rifletterci.
Però certe cose uno se le dimentica, no?
Sì. Ci dimentichiamo le cose che vorremmo ricordare e ricordiamo quelle che vorremmo dimenticare.” (p. 10)
 la-carretera 1q
“In alto sulle montagne ardevano ancora alcuni incendi e di notte ne vedevano il bagliore arancio cupo nella pioggia di fuliggine. Faceva sempre più freddo…” (p. 24)
 la-carretera 2
“Il camion era lì da anni, le gomme a terra e accartocciate sotto i cerchioni. Il muso era schiacciato contro il parapetto del ponte e il rimorchio era scivolato in avanti…” (p. 35)
 
la-carretera 3“Camminavano ingobbiti con delle mazze in mano, dei pezzi di tubo. Tossivano. Poi sulla strada dietro di loro sentì quello che sembrava un camioncino diesel. Presto, bisbigliò. Presto. Si infilò la pistola nella cintura, afferrò la mano del bambino e trascinò il carrello verso gli alberi… il bambino era impietrito dalla paura. Lo strinse a sé.” (p. 47)
 
la-carretera 4“L’altro non rispose. Era alto ma molto veloce. Si avventò sul bambino, rotolò a terra e si tirò su stringendoselo al petto e puntandogli il coltello alla gola. L’uomo a quel punto … reggendo la pistola prese la mira e sparò.” (p. 51)
 la-carretera 5
“Si sedettero su una brandina e si misero a giocare a scacchi, con indosso maglioni e calzini nuovi e infagottati nelle nuove coperte…
Papà per quanto tempo possiamo restare qui?
Non tanto” (p.113)

la-carretera 6“Tenga, disse il bambino.
Il vecchio allungò gli artigli ossuti, prese la scatoletta e se la strinse al petto.
Mangi, disse il bambino. E’ Buono.” (p. 125)

la-carretera 6b
“Ho paura.
Va tutto bene.
No, invece.
Era solo un sogno.
Ho tanta paura.
Lo so.
Il bambino distolse lo sguardo. L’uomo lo abbracciò.” (p. 144)
 
la-carretera 7“Quando si voltò e li vide tentò invano di scappare con il bottino e alla fine si fermò e si piazzò dietro il carrello con un coltello da macellaio in mano. Di fronte alla pistola fece un passo indietro ma non gettò il coltello.
Allontanati dal carrello, disse l’uomo.” (p. 194)
 
la-carretera 8“Arrivava qualcuno. Stava per voltarsi e tornare nel bosco ma non lo fece. Restò in mezzo alla strada ad aspettare, con la pistola in mano.” (p. 214)

————————————————–

– Sul libro e sul film negato >> qui
– La biografia di Cormac McCarthy >>
qui
– Altre foto e notizie sul film (in spagnolo) >>
qui
– Il trailer del film >>
qui
–  Sul direttore di fotografia  Javier Aguirresarobe >> qui e qui

Annunci