L’inferno di Treblinka di Vasilij Grossman

di dispersioni

Grossman L
La recentissima pubblicazione de L’inferno di Treblinka di Vasilij Grossman nella collana Biblioteca minima della Adelphi (pp.79 euro 6) mi preoccupa.
 
Certo, è una iniziativa meritoria di questa casa editrice che ha già in catalogo Tutto scorre e Vita e destino, ma in qualità di grande appassionato di Grossman temo che l’uscita di questo volumetto, che raccoglie lo straordinario scritto giornalistico su Treblinka, in una collana che sembrerebbe segnata dalla  occasionalità, possa precludere la possibilità che Adelphi pubblichi con organicità gli altri scritti di Grossman in specifici volumi.
 
Se è questa la scelta della Adelphi risulterebbe strana. Ho letto che Grossman si vende bene, di recente la stessa casa editrice ha ristampato Tutto scorre nella collana economica gli adelphi. Ci sarebbe motivo per stampare tutto Grossman.
 
Spero di sbagliarmi, ma se così dovesse essere, il lettore italiano di Grossman dovrà rassegnarsi ad acquistare e leggere in francese o spagnolo (in inglese non so se disponibili) i racconti di guerra, gli appunti, il romanzo Per una giusta causa ed il Libro nero.
 
Segnalo, comunque, che L’inferno di Treblinka era stato già pubblicato dalla casa editrice L’ancora del Mediterraneo in un volumetto, tuttora in commercio, intitolato Anni di Guerra e che comprende anche i racconti Stalingrado, La strada per Berlino e il commovente Il vecchio maestro (la mia recensione del libro è > qui)
 

– tutti i miei post su Vasilij Grossman >> qui

Annunci