L’atto del leggere secondo i padri della chiesa

di dispersioni

Coco l
Sapore

"Dopo la lettura bisogna pregare e chi si mette a leggere non ricerchi tanto la scienza quanto il sapore"  [Arnoldo di Boheries (XII sec.?), Lo specchio dei monaci]

Memoria

"Se non ci fossero i libri, noi saremmo tutti ignoranti e rozzi e non avremmo quasi nessuna memoria del passato, nessun modello, nessuna conoscenza delle cose umane e divine; la stessa urna che accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini." [Bessarione (1403-1472), da una epistola del 31 maggio 1469 al doge Cristoforo Moro]

Lettura e meditazione

"Ogni progresso viene dalla lettura e dalla meditazione. Le cose che non sappiamo le impariamo leggendo, le cose che abbiamo imparato le conserviamo meditando."  [Isidoro di Siviglia (636)]

Quando leggiamo

"Chi vuole essere sempre con Dio, deve pregare e leggere frequentemente. Infatti quando preghiamo noi stessi parliamo con Dio; quando leggiamo egli parla con noi." [Pseudo-Agostino, Sermoni]

Sole

"Il sole che sorge ti veda sempre con un libro in mano."  [Evagrio Pontico (245-399), Sentenze alle vergini]

da: L'atto del leggere, il mondo dei libri e l'esperienza della lettura nelle parole dei padri della chiesa – a cura di Lucio Coco, Edizioni Qiqajon

Annunci