Le venti librerie più belle del mondo

di dispersioni


Il blog Papeles perdidos del quotidiano spagnolo El País propone un incantevole viaggio fotografico tra le venti librerie più belle del mondo. L’articolo, che  riprende un servizio del portale culturale statunitense Flavorpill, chiude il ricco reportage chiedendo ai lettori di raccontare quale sia per loro la più bella libreria; il risultato è stato un centinaio di segnalazioni tutte interessantissime o semplicemente curiose.

Quali sono le venti librerie più belle del mondo secondo Flavorpill? Eccone l’elenco che, a sorpresa, presenta anche due indirizzi italiani:

  1. Selexyz Bookstore, Maastricht, Olanda
  2. Plural Bookshop,  Bratislava, Slovacchia
  3. Livraria Lello, Porto, Portogallo
  4. Cook & Book, Bruxelles
  5. Librería El Ateneo Grand Splendid, Buenos Aires
  6. Bookworm,Beijing, Cina
  7. Poplar Kid’s Republic, Beijing, Cina
  8. Livraria da Vila, Sao Paulo, Brasile
  9. Cafebreria El Pendulo, Mexico City
  10. Shakespeare & Company, Parigi
  11. The Last Bookstore, Los Angeles, California
  12. Atlantis Books, Santorini, Grecia
  13. Bart’s Books, Ojai, California
  14. Barter Books, Alnwick, UK
  15. TheAmericanBook Center, Amsterdam
  16. VVG Something, Taipei, Taiwan
  17. Ler Devagar, Lisbona
  18. Daikanyama T-Site, Tokyo
  19. Corso Como Bookshop, Milano
  20. The Bookàbar Bookshop, Roma

Delle librerie di questo elenco ne conosco solo due per averle direttamente visitate: la bellissima e sorprendente Livraria Lello di Porto, aperta nel 1881, che continuo a ritenere la più bella del mondo, e la minuscola e suggestiva Shakespeare & Company di Parigi.

La Livraria Bertrand della rua Garrett a Lisbona

All’elenco delle librerie più belle del mondo ne aggiungerei una di mia conoscenza, antichissima, la più antica del mondo, è la Livraria Bertrand, sita nel quartiere Chiado di Lisbona, al numero 73 della Rua Garrett, fondata nel 1732 dai fratelli francesi Bertrand.

Non manco mai di visitare la Livraria Bertrand quando sono a Lisbona, perché già solo nell’entrarvi e nel girare tra scaffali e banchi di libri si sente che possiede l’atmosfera magica del peso dei secoli, una imponenza, un silenzio che incutono rispetto e che è difficile riscontrare altrove.

Ma il mio sogno è quello di poter visitare un giorno una libreria da sogno, la sontuosa Librería El Ateneo Grand Splendid aperta nel 2000 nel centro di Buenos Aires che conta 120 mila libri nello scenario incomparabile di un antico cine-teatro fondato nel 1919 e frequentato un tempo da Carlos Gardel.

  • Il blog di Papeles perdidos (in spagnolo) >> qui
  •  Il blog culturale Flavorpill con galleria fotografica delle venti librerie >> qui
  •  Sull’antica  Libraria Lello di Porto – Portogallo – (in spagnolo) >> qui
  •  Bellissime foto della libreria El Ateneo Grand Splendid  di Buenos Aires >> qui

Interno della Livraria Bertrand a Lisbona

Annunci