Noi vediamo solo ciò che ci guarda. Le foto di un flâneur a Parigi

di dispersioni


“Che razza, o che specie di gente è quella che non vuole cercare, ma solo trovare? Noi fatalisti del caso crediamo addirittura che se non si cerca si troverà. Noi vediamo solo ciò che ci guarda”.

Questo pensiero tratto dalle pagine del Diario parigino di Franz Hessel è la migliore introduzione possibile alle splendide foto scattate dal mio amico Paolo,  flâneur  nella Parigi del 1981, che qui propongo ai miei lettori..

Lo sguardo fotografico di Paolo ha colto immagini trovate e mai cercate, inusuali, improvvise, sorprendenti, magnifico risultato e fedele testimonianza del puro piacere del gironzolare, del vagabondare senza meta in una città magica quale è Parigi, dove l’andare a passeggio può divenire arte, l’arte della flânerie.


Jardin des plantes. Parigi, luglio 1981

Salumiere a Villejuif. Luglio 1981

Pittrice a Boulevard St. Germain. Parigi, settembre 1981

Sonno a Notre Dame. Parigi, settembre 1981

Appetito a Notre Dame. Parigi, luglio 1981

Violoncellista a Rue St. Andrè des artes. Parigi, settembre 1981

Parco des Buttes-Chaumont. Parigi, settembre 1981

Casa a Villejuif. Settembre 1981

 Relax a Montmartre. Parigi, settembre 1981

 Fontana di Square Villette. Parigi, luglio 1981

Bistro verso Place Mondor. Parigi, settembre 1981

——————————————-

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Sull’arte di andare a passeggio, la  flânerie, Franz Hessel ed altro >> leggi qui
  • Ringrazio con grande affetto Paolo per avermi consentito di pubblicare queste belle foto che non meritano di finire dimenticate e che tanto  mi affascinarono già in quegli anni lontani quando per la prima volta me le mostrò.
Annunci