Primo Maggio festa degli Angeli Caduti

di dispersioni

Questo Primo Maggio 2012 non è la festa del lavoro, ma la festa degli Angeli Caduti per quella che chiamiamo La Crisi.

In Europa  gli Angeli Caduti sono milioni di uomini e donne senza volto, espulsi definitivamente dal lavoro e dai diritti sociali, vittime di economia globale, di disoccupazione, tagli alla sanità, tagli dei sussidi.

Vite ridotte a numeri in tabelle e grafici senza senso.

Ángeles caídos (angeli caduti) è il titolo di questo evocativo quadro del pittore Pablo Gallo sul quale ha scritto: “Ho pensato a zombi che girano per le strade, manifestando come angeli caduti, espulsi dal sistema per aver disobbedito o per essersi ribellati agli ordini del Mercato”

“L’economia globale che si sta affermando tende verso una situazione in cui il solo 20 percento della forza-lavoro sarà in grado di compiere tutto il lavoro necessario, sicchè l’80 percento delle persone diventerà fondamentalmente irrilevante e inutile, quindi disoccupato. Dal momento che questa logica giunge fino al suo estremo, non sarebbe ragionevole portarla alla sua autonegazione?Un sistema che rende l’80 percento delle persone irrilevante e inutile non è esso stesso irrilevante e inutile?

 (da: Slavoj Zizek, Dalla tragedia alla farsa. Iideologia della crisi e superamento del capitalismo, ed. Ponte alle Grazie)

  • Vedi il blog del pittore Pablo Gallo >> qui
Annunci