Charles Dickens di Claire Tomalin

di dispersioni

Tomalin Charles Dickens 2
Nel corso del 2012, tra novità e ristampe, sono stati pubblicati in Italia libri per oltre 60 mila titoli. In questa valanga editoriale ha trovato posto di tutto ma non una sola biografia di Charles Dickens. Così, nell’anno delle celebrazioni dei 200 anni della nascita di Dickens, alquanto fiacche nel Belpaese, il lettore italiano è ancora condannato a sapere poco o nulla di questo grande scrittore inglese e a non disporre neppure di opere quali Sketches by Boz  o di ristampe di Nicholas Nickleby (l’ultima edizione risale al 1965!).

La bellissima biografia di Dickens opera di Claire Tomalin (editorial Aguilar) è uscita in spagnolo nel maggio scorso e affianca la ponderosa opera di Peter Ackroyd oltre che il volume Dickens enamorado di Amelia Pérez de Villar. In Francia, poi, la biografia di Claire Tomalin è addirittura disponibile in edizione de poche a 8 euro.

Claire Tomalin in Italia è una perfetta sconosciuta ovviamente, ma in Gran Bretagna è la famosissima autrice di impegnative biografie dedicate a scrittori come Thomas Hardy, Jane Austen, Katherine Mansfield, Shelley, Mary Wollstonecraft (tutte rigorosamente non tradotte dai nostri lungimiranti ed attenti editori nazionali).

Dickens nel suo studio a Gad's Hill Place

Dickens nel suo studio a Gad’s Hill Place

Nick Hornby, lo scrittore inglese autore dell’indimenticabile racconto Alta fedeltà, in una lunga recensione della biografia su Dickens di Claire Tomalin, pubblicata sulla rivista Internazionale nel dicembre 2011, ci precisa che: “Claire Tomalin è la mia biografa letteraria preferita. In Gran Bretagna è la biografa letteraria preferita di tutti (tutti ne hanno una, in questo paese di maniaci della letteratura). Tomalin è una critica letteraria brillante, puntuale e sensibile. È anche una straordinaria ricercatrice e ha un sesto senso infallibile per l’interesse e la soglia di attenzione del lettore.”

La vita di Charles Dickens di Claire Tomalin è un libro straordinario, di piacevolissima lettura, ben documentato, ottimamente illustrato, imprescindibile per chi vuole addentrarsi con consapevolezza non solo nella complessa e contraddittoria vita ma anche nell’opera di Dickens. Un libro, come riportato sulla copertina dell’edizione spagnola che ho letto, dove la vita del più grande scrittore inglese si legge come uno dei suoi romanzi.

Dickens ritratto da Frith nel 1859

Dickens ritratto da Frith nel 1859

Sulla complessa personalità e la contraddittoria vita di Charles Dickens, vorrei ricordare l’imperdibile intervista impossibile di Giorgio Manganelli all’autore del Davide Copperfield (da leggere nel volume Adelphi o, meglio ancora, da ascoltare nell’ipnotica interpretazione di Carmelo Bene) dove questi, riconsiderando la propria vita e le proprie opere, confessa e riconosce di essere un gaglioffo, un menzognero, un falso, uno sleale, un bizzoso, ingiusto, crudele demagogo della letteratura.

Claire Tomalin, concludendo la sua biografia, si sofferma proprio sulla contradditoria figura dello scrittore attraverso un lungo elenco di chi e cosa sia stato veramente Charles Dickens: “La vittima infantile, il giovane dalle ambizioni irrefrenabili, il giornalista, il lavoratore demoniaco, il passeggiatore instancabile. Il radicale, il protettore degli orfani, dei bisognosi, l’uomo dedito alle opere di carità, il repubblicano. Quello che detestava e amava l’America. L’anfitrione, il mago, il viaggiatore. L’autore satirico, il surrealista, l’ipnotizzatore, Il figlio indignato, il buon amico, il cattivo marito, il fanfarone, il sentimentale, l’amante segreto, il padre disperato. Il francofilo, l’amante dei giochi, l’ammiratore del circo, il preparatore di punch, il possidente di campagna, l’editore, il Capo, il fumatore, il bevitore, il ballerino di danze scozzesi e marinare, l’attore, il commediante istrionico. Troppo contraddittorio per essere un gentiluomo… ma comunque meraviglioso.”

Claire Tomalin

Claire Tomalin

  • Leggi l’articolo La mia biografia preferita di Nick Hornby, da Internazionale n. 927 – 8 dicembre 2011>> qui
Annunci